Giancarlo Guerrato (Guerca)

25123 Brescia (BS)
Via Malvestiti Maurizio, 20
Italia
Tel. 030/306996 - 335/6558634
mail: giancarlo.guerrato@gmail.com



Vedi le opere della sezione futuro

 


Aforisma
è una sentenza di forte capacità definitoria, un breve annunciato che condensa una prescrizione pratica, una regola di saggezza o un’osservazione morale. Tra le caratteristiche che lo definiscono e contradistinguono spiccano: brevità, incisione, conclusività..
Un’aforisma sull’aforisma:
“l’aforisma non coincide mai con la verità, o è una mezza verità o una verità e mezzo.”
K Kraus.
Intesa come asserzione di portata relativa, attraverso il nitore e la concisione che ne sottolineano l’assolutezza è stata privilegiata da filosofi come Nietzsche, Adorno e Benjamin, come espressione di un sapere asistemetico che adersice alla molteplicità registrata dall’esperienza. In Italia nel novecento, tra gli altri, hanno scritto aforismi Franco Fortini e il critico Alberto Asor Rosa.
Per Lausberg è una figura di pensiero per aggiunzione, attraverso la dilatazione semantica che si verifica tramite un luogo comune.
Da glossario di retorica, metrica e narratologia
(autrice Claudia Bussolino)

AFORISMI (alfabeto cromatico lettere e parole)
Le mie lettere e le parole impresse nella tela non sono disposte a formare immagini riconoscibili ma vogliono invece suggerire, attraverso un’aforisma, lo spirito dell’autore, al quale è riferito
Picasso, Bertolt Bretch, Adams o altri , appaiano nelle tele attraverso i loro detti, le loro massime,questo aiuta a riconoscerli e ricordare la loro grandezza artistica.
“G. Bernard Show dice che si usa uno specchio di vetro per guardare il proprio viso, mentre si usano le opere d’arte per guardare la propria anima.”
Ebbene le mie opere vogliono essere lo specchio dell’artista citato e intendono quindi dare risalto all’animo e all’opera globale dell’artista stesso .
Nella tela si legge una massima, ma spero che si intraveda anche l’opera e la proposta dell’artista.
Le parole che si leggono attraverso una impegnativa decrittografazione lasciano anche il tempo di scoprire, con sorpresa, la sua figura e tutto il suo bagaglio di creatività.
E alla fine ,quasi con soddisfazione, si scopre il personaggio.
Con l’aforisma l’opera si completa del suo significato primario, l’opera stessa , può sembrare una fotografia e l’aforisma riesce a trasmettere immagini e ricordi ,mentre ,con le lettere della mediascriptura, si scopre l’artista.