Giancarlo Guerrato (Guerca)

25123 Brescia (BS)
Via Malvestiti Maurizio, 20
Italia
Tel. 030/306996 - 335/6558634
mail: giancarlo.guerrato@gmail.com



Vedi le opere della sezione

 

GIRASOLI
Il desiderio di approfondire una conoscenza su un certo argomento mi ha spinto, un anno fa, a consultare internet ponendo una domanda su google. L’argomento era: conoscere Van Gogh, cosi ho digitato la parola “GIRASOLI” e mi è apparso immediatamente l’immagine di un vaso di fiori pieno di girasoli, nel vaso c’era la scritta Vincent.
In quel momento ho sentito il desiderio di dipingere anch’io quel tipo di fiori, però mi proponevo di usare un metodo diverso da quello usato da lui e cioè non volevo copiare un’immagine reale, esistente, ma inventare o interpretare un nuovo fiore e chiamarlo il” mio girasole”. Non so quali emozioni provasse in quel momento Van Gogh nel dipingere quel quadro, immagino che fosse solo un desiderio di copiare una realtà che aveva davanti, dal vero, Non ne sono certo. Comunque il mio scopo era invece quello di inventare un fiore che non esisteva in natura, chiamandolo comunque “girasole”.
A quel punto cominciai a “copiare” dentro me stesso. Non era facile ma nemmeno molto difficile. Spalmavo il colore con una regola artistica partendo dal centro per poi finire al perimetro, cioè il cuore del fiore e le foglie. Al centro mi soffermavo con disordine usando colori caldi, rosso-giallo, li mescolavo tra loro ottenendo un risultato irreale che dimostrava “tutto e nulla” del fiore stesso.
Sul perimetro, le foglie , usavo invece formule classiche che permettevano di riconoscere questo particolare.
A volte mi soffermavo ad analizzare il dipinto e mi domandavo:ma cosa sto facendo?, quale mostro di fiore sto creando?
Eppure mi piaceva. Più passava il tempo più aumentava la voglia di “ricercare”. Seguivo sempre lo stesso metodo: “confusione” al centro e “linearità” al perimetro.
Cosi ho dipinto “girasole 1 - 2 - 3 - 2 in 1 - 3 in 1 - Vincent - colori
e lotizzazioni ecc.