Giancarlo Guerrato (Guerca)

25123 Brescia (BS)
Via Malvestiti Maurizio, 20
Italia
Tel. 030/306996 - 335/6558634
mail: giancarlo.guerrato@gmail.com



Vedi le opere della sezione scultura

 

1934-2014
INFORMAZIONE
Le date riportate nelle locandina hanno un preciso significato e si riferiscono rispettivamente “1934”: la mia data di nascita e la “prima stagione” che comprende il mio interessamento per la “PITTURA”.
La seconda data “2014” molto attuale e in corso è legata invece alla “seconda stagione ”LA SCULTURA” con le sue espressioni e incognite e relative esplorazioni.
Per la pittura devo riconoscere che il risultato si è dimostrato positivo grazie al dono avuto sin dalla nascita che mi ha privilegiato rendendomi molto facile l’esecuzione di questa arte.
Da ragazzo disegnavo molto bene e mi preparavo da solo i colori, li stendevo con con gusto e con fantasia creativa.
Ho avuto un percorso variegato strettamente legato alla mia crescita e al tempo nel quale vivevo. La figurazione è stata proprio la mia prima esperienza, poi non soddisfatto dei risultati per la facilità con la quale eseguivo paesaggi, figure e altro, fui spinto verso espressioni che nulla avevano a che fare con la riproduzione di cose che potevo vedere e che mi circondavano.
Ci fu il periodo delle città che rappresentavo con figure geometriche, e mi proponevo di illustrare un mondo alla deriva che veniva distrutto e deturpato proprio dai suoi stessi abitanti alla ricerca egositica del proprio benessere e comodità.
L’evoluzione mi ha poi indirizzato verso valori diversi che non avevano nulla a che fare con case, alberi visi o costumi.
L’arte moderna mi ha aperto la strada verso la direzione del sentimento, delle emozioni e degli stati d’animo.
Sono cose molto difficili da rappresentare ma la sfida mi ha talmente appassionato al punto di creare “LA MEDIASCRIPTURA” cioè dipingere e scrivere sulla tela il titolo dell’opera impegnando colui che osserva il dipinto a decrittare attraverso un alfabeto scegnico la sensazione rappresentata.
Attualmente sono affascinato dalla TRIDIMENSIONE MATERICA che mi permette di creare lo spessore nelle rappresentazioni. Anche nella scultura non ho seguito particolari studi o approfondimenti.
Non ho perciò nessuna esperienza in quest’ arte nella quale non ricerco la precisione dei particolari perchè non li so fare, mi incuriosisce invece la scoperta di cosa è contenuto in un pezzo di legno che trovo passeggiando in un bosco e raccogliendo rami o radici di alberi.
Considero quindi il “BOSCO” un mondo nuovo, vivo di anime che non si vedono ma che esistono e hanno solo bisogno di essere scoperte e messe in risalto. Ho eseguito per ora solo poche realizzazioni e se mi sarà concesso di proseguire cercherò anche di attrezzarmi con gli strumenti adatti che attualmente non ho.